Wir informieren Sie, dass auf dieser Website die für eine optimale Navigation notwendigen „technischen Cookies“ eingesetzt werden, aber auch „Analytics-Cookies“ für die Erstellung von Statistiken, sowie „Cookies externer Drittparteien“.

Sie können ausführlichere Informationen anfordern oder alle bzw. nur einige Cookies sperren; siehe hierzu die erweiterte Datenschutzerklärung (Hier klicken).

Wenn Sie dagegen die Navigation auf dieser Webseite fortsetzen, müssen Sie die Einwilligung zum Einsatz obiger Cookies unbedingt genehmigen akzeptieren

Sie sind hier

März 18, 2010

Casalgrande Ceramic Cloud

Casalgrande
Ceramic Cloud

Kengo Kuma realizza con Casalgrande Padana
la sua prima opera in Italia.

Il grande architetto giapponese
a fianco dell’azienda
per celebrare i 50 anni di attività



Il 2010 è un anno particolarmente importante e ricco di appuntamenti per Casalgrande Padana, che in questa occasione celebra i suoi primi 50 anni di attività. Un traguardo di tutto rispetto che l’azienda intende valorizzare compiutamente accentuando il proprio impegno nella ricerca e nello sviluppo di prodotti e soluzioni capaci di rispondere alle esigenze emergenti dal mondo dell’architettura e del design.

In questo modo, Casalgrande Padana intende consolidare il rapporto profondo che, da sempre, la lega alla sfera progettuale. Cultura della produzione e cultura del progetto sono, infatti, gli ambiti di riferimento fondamentali per le strategie di sviluppo dell’azienda che, in questi 50 anni, ha saputo orientare la propria crescita costante in modo equilibrato e consapevole, non solo indirizzando la produzione all’innovazione tecnologica e alla ricerca di nuove soluzioni estetiche e funzionali per il mondo del progetto, ma anche coltivando una particolare sensibilità nei confronti di temi quali lo sviluppo sostenibile, la salvaguardia dell’ambiente e la responsabilità sociale d’impresa.

Per celebrare i 50 anni di storia, Casalgrande Padana ha organizzato una serie di eventi e iniziative culturali di notevole interesse.

Il primo appuntamento riguarda il progetto “Casalgrande Ceramic Cloud”, un intervento tra architettura e land art progettato da Kengo Kuma e realizzato da Casalgrande Padana, grazie a un accordo di programma sottoscritto con il comune di Casalgrande. L’opera, che sarà la prima costruita in Italia dal grande architetto giapponese, è attualmente in fase di avanzata esecuzione e sarà terminata prima della prossima estate.

Inserito in un’area di oltre 2800 metri quadrati destinati a verde pubblico, l’intervento è collocato sulla nuova Strada Pedemontana all’altezza del sito produttivo dell’azienda stessa e, attraverso uno spettacolare landmark, si propone come “Porta d’accesso est” al distretto ceramico emiliano.

L’opera si configura come un’inconsueta struttura tridimensionale che sperimenta innovativi utilizzi applicativi dei componenti ceramici di ultima generazione. Interamente realizzata con speciali lastre di grandi dimensioni in grès porcellanato fissate meccanicamente a un’intelaiatura metallica appositamente concepita, la costruzione si sviluppa per oltre 40 metri per un’altezza di 7, definendo un oggetto architettonico di raffinata eleganza, destinato a identificare simbolicamente un territorio con una chiara vocazione produttiva e un forte legame con la cultura del progetto.



“Casalgrande Ceramic Cloud” sarà al centro anche di un secondo importante evento culturale durante la Settimana milanese del Design, dal 13 al 19 aprile, presso l’Università Statale di Milano, dove Casalgrande Padana sarà tra i protagonisti di Interni Think Tank con una suggestiva installazione di Kengo Kuma ispirata all’opera in corso di realizzazione.

Sempre nell’ambito dell’evento organizzato dalla rivista Interni, mercoledì 14, il grande architetto giapponese terrà una conferenza nell’Aula Magna dell’Università Statale e presenzierà alla cerimonia di premiazione del Grand Prix 2007-2009, ottava edizione del concorso internazionale di architettura promosso da Casalgrande Padana.

In questa stessa occasione, verrà ufficialmente aperta la nona edizione del Premio che l’azienda leader nella produzione di grès porcellanato lanciò nel 1990 per premiare le migliori opere realizzate con i propri prodotti in tutto il mondo.



Casalgrande Padana 1960-2010

“Sin dai primi passi della nostra lunga storia produttiva abbiamo messo la sostenibilità, la sicurezza e la salute sul lavoro al primo posto, dialogando con le comunità locali, creando progetti speciali rivolti al sociale e al bene comune. Tutto questo con l’obiettivo di realizzare un corretto equilibrio tra crescita economica, innovazione, rispetto dell’ambiente e responsabilità sociale. Nella nostra filosofia, made in Italy non significa solo bellezza o lusso, ma anche eticità, impegno e senso di responsabilità. Valori che ci hanno permesso di trasformare un prodotto in un’esperienza da condividere”
Franco Manfredini - Presidente Casalgrande Padana

Prima azienda in Italia a focalizzare la propria produzione sul grès porcellanato, Casalgrande Padana, celebra quest’anno i suoi primi cinquant’anni di attività, mezzo secolo di storia durante il quale ha conosciuto lo straordinario sviluppo che gli consente di occupare una posizione di assoluto rilievo a livello internazionale.
Le cifre parlano da sole e oggi il gruppo conta più di 500 dipendenti, a cui vanno aggiunti i 550 della controllata Nuova Riwal, impiegati in sei stabilimenti ad alto contenuto tecnologico, situati nel cuore del distretto ceramico più importante del mondo, su una superficie complessiva di 700.000 metri quadrati. I volumi di produzione e di vendita in costante crescita sono la testimonianza più concreta della capacità dell’azienda di interpretare l’evoluzione del mercato e delle tendenze, sia a livello di espressione architettonica, sia di innovazione tecnologica.
Rispetto delle risorse naturali, protezione dell’ambiente e responsabilità sociale sono caratteri profondamente radicati nel dna dell’azienda, costantemente impegnata nella ricerca dell’eccellenza con l’obiettivo di rispondere esaurientemente a qualsiasi esigenza in tutti gli ambiti di intervento architettonico. L’offerta si qualifica anche sul piano dei servizi, mediante la struttura Padana Engineering - società di consulenza specializzata nella fornitura di assistenza in ogni fase del lavoro, dalla selezione dei materiali allo sviluppo del progetto - e il Creative Centre, un laboratorio di eccellenza aperto ai professionisti del settore, che si qualifica come luogo a diretto contatto con la fabbrica, capace di fare interagire innovazione e creatività, nel campo dell’architettura, del design, dell’arte e della produzione.
La storia di Casalgrande Padana è anche fortemente caratterizzata dall’impegno a sostegno di iniziative di grande rilievo nel campo del progetto d’architettura. In primo piano il Grand Prix, concorso internazionale istituito nel 1990 per premiare le opere che meglio hanno saputo valorizzare le proprietà tecniche e le potenzialità espressive degli elementi in grès porcellanato prodotti dall’azienda, stimato come uno dei più accreditati appuntamenti internazionali nel campo dell’architettura in ceramica.
Cultura della produzione e cultura del progetto sono gli ambiti di riferimento fondamentali che in questi cinquant’anni hanno caratterizzato le strategie di sviluppo di Casalgrande Padana e continueranno a farlo alla ricerca di un corretto equilibrio tra crescita economica, progresso tecnologico, rispetto ambientale e benessere condiviso.