Wir informieren Sie, dass auf dieser Website die für eine optimale Navigation notwendigen „technischen Cookies“ eingesetzt werden, aber auch „Analytics-Cookies“ für die Erstellung von Statistiken, sowie „Cookies externer Drittparteien“.

Sie können ausführlichere Informationen anfordern oder alle bzw. nur einige Cookies sperren; siehe hierzu die erweiterte Datenschutzerklärung (Hier klicken).

Wenn Sie dagegen die Navigation auf dieser Webseite fortsetzen, müssen Sie die Einwilligung zum Einsatz obiger Cookies unbedingt genehmigen akzeptieren

Sie sind hier

Dezember 28, 2012

PERCORSI IN CERAMICA 26

percorsi

Il lavoro di Renzo Piano letto attraverso due suoi progetti a cui ha collaborato anche Casalgrande Padana

Ancora una volta, “Percorsi in ceramica” focalizza l’attenzione sul rapporto di collaborazione che lega Casalgrande Padana alla sfera progettuale. Lavorare insieme agli architetti, sostenendone le idee e sostanziando la loro realizzazione, costituisce per l’azienda l’approccio metodologico fondamentale del suo agire. Un percorso imprenditoriale segnato anche da esperienze significative a fianco di protagonisti del panorama internazionale, come nel caso di Renzo Piano con cui Casalgrande Padana ha condiviso importanti realizzazioni.  

Renzo Piano paragona l’azione del progettare a quella dell’esplorare, arrivando a definirla “l’avventura del pensiero”. Un’avventura che nel lavoro ultra quarantennale del maestro genovese, si è da sempre misurata con l’uso sapiente dei materiali. Tra questi, il cotto e la ceramica hanno rappresentato un percorso evolutivo molto originale e un terreno di sperimentazione in continuo divenire, capace di andare ben oltre il tradizionale confine tra forma e rivestimento, indagando opportunità di sviluppo e integrazione spesso inesplorate. Basti pensare, nell’immediato recente, ai più avanzati sistemi di involucro che integrano elementi ceramici studiati per il progetto non realizzato degli edifici per l’ex area Falk di Sesto San Giovanni, così come per il celebre grattacielo del New York Times a New York e per l’altrettanto famoso complesso Central St. Giles a Londra.

Lungo questo percorso, Casalgrande Padana ha avviato una stretta collaborazione con il Renzo Piano Building Workshop nell’ambito di alcune importanti opere, tra le quali l’Auditorium Niccolò Paganini a Parma, Villa Nave (sede dello studio RPBW e della Fondazione Renzo Piano) a Genova Vesima, Il Centro Visitatori e Monastero Santa Chiara a Ronchamp, intervento di infrastrutturazione a servizio di uno dei massimi capolavori di Le Corbusier, la Cappella di Ronchamp, e non ultimo il nuovo polo industriale Pirelli Tyre a Settimo Torinese. Il racconto di alcune di queste esperienze di architettura costituisce l’asse portante di questo numero di “Percorsi in ceramica”, a testimonianza dell’inscindibile binomio tra cultura della produzione e cultura del progetto, da sempre al centro delle strategie di crescita di Casalgrande Padana.

La seconda parte della rivista è dedicata alla produzione con due novità presentate all’ultima edizione del Cersaie. Lo sviluppo della serie Architecture di Granitogres, che si arricchisce sul piano compositivo con nuovi decori, colori, texture e finiture superficiali. 

La nuova linea di piastrelle in grès porcellanato autopulente Bios Self Cleaning Ceramics ®, nata dalla partnership con la giapponese Toto, leader assoluto nel settore dei coating fotocatalitici con il marchio Hydrotect®. Due nuove proposte destinate al mondo dell’architettura e del design, che scaturiscono dall’intensa azione di ricerca e sperimentazione che contraddistingue il modo di lavorare di Casalgrande Padana.